mercoledì 27 luglio 2011

Tutorial: merletto ad ago geometrico (Reticella) parte quarta

Questo post sarà un po' strano, con una correlazione tra immagini e spiegazioni non perfetta perchè, dopo aver fatto le fotografie dell'esecuzione del primo archetto, ho scoperto che erano impubblicabili perchè sfocate.
Gli archetti vengono eseguiti tutti allo stesso modo, le foto faranno riferimento al secondo.

Nel post precedente avevamo completato il primo cerchio, quello con i pippiolini.
Alla fine della copertura a punto festone ci troviamo vicino alla via d'uscita, e la ricopriamo acordoncino fino a raggiungere il cerchio successivo, quello abbellito dagli archetti con pippiolini.



Tendiamo il filo lungo il perimetro del cerchio, come avevamo fatto per il precedente, passando sotto ai punti d'appoggio e perforando le barrette a cordoncino.
Una volta tesi i tre fili, iniziamo a ricoprirli a punto festone, e contemporaneamente lavoriamo gli archetti.
Dalla barretta ci portiamo verso destra, incontriamo la base finale del primo archetto, quello che è a cavallo della via di uscita, e non lo prendiamo in considerazione.


Mi riferisco al segmento tra la via d'uscita e A in questo disegno.

Subito dopo troviamo l'inizio del secondo archetto; oltrepassiamo anche questo, proseguendo a festone.
Superiamo la barretta a cordoncino; possiamo perforarla, oppure passarci sopra con il filo; di solito uso questa seconda soluzione perchè mi sembra che dia coninuità ai festoni; proseguo ancora e raggiungo la fine del secondo archetto, indicato con B nel disegno.
A questo punto tendiamo i tre fili per il secondo archetto, tornando indietro, e passando nei punti di appoggio e nella barretta a cordoncino che troviamo all'apice.




Ancoriamo il terzo filo gettato un punto più indietro rispetto ai precedenti, in modo da iniziare il punto festone nel punto giusto per farlo restare piatto; se puntiamo nello stesso punto dei precedenti, la barretta tenderà ad arrotolarsi.


Ricopriamo l'archetto a punto festone cercando di non dimenticare i pippiolini.
Anche in questo caso, come per la copertura dalla base del cerchio, il lavoro è più regolare se contiamo il numero di punti di ogni segmento.
Arrivati all'estremità opposta, riprendiamo a ricoprire a festone il cerchio di base, fino ad incontrare la fine del terzo archetto e ripetiamo il procedimento.



Ecco come si presenta il primo archetto lavorato



Arrivati alla base dell'ultimo archetto, la oltrepassiamo e continuiamo a ricoprire il cerchio fino alla via d'uscita.



Ra ricopriamo la via d'uscita a cordoncino fino all'apice dell'archetto (punto C), poi tendiamo un filo all'indietro, fino all'inizio dell'archetto, (punto A!) poi raggiungiamo la fine (punto A) , dopo aver perforato la via d'uscita, e torniamo indietro ad A1. A questo punto sul tratto A! -C abbiamo tre fili e possiamo ricoprirli a festone. Giunti all'apice tendiamo ancora un filo fino ad A, e torniamo indietro ricoprendolo a festone che, in questo caso, si lavorerà da destra a sinistra.

QUI come al solito trovate la versione PDF, scaricabile

1 commento:

  1. CIAO SILVIA, SPERO NON TI DISPIACCIA, TI HO MENZIONATO NEL MIO POST DI OGGI, PARLANDO DI MERLETTO AD AGO, PER CHI FOSSE INTERESSATA A QUESTA TECNICA

    RispondiElimina