sabato 23 giugno 2012

Tutorial 2: Reticella bookmark (merletto ad ago geometrico) parte .54

Arrivati all'ultimo archetto, dobbiamo completare la lavorazione dell'interno e raggiungere il bordo.


Per semplificare la descrizione, ho fatto un disegno con i numeri che indicano i vari passaggi.





Proseguiamo a ricoprire a punto festone la circonferenza fino a metà dell'archetto, dove incontriamo l'ultima diagonale, la nostra via d'uscita, completando la copertura del cerchio esterno (tratto 1-2 del disegno)



Ora ricopriamo a punto cordoncino la parte successiva della via d'uscita, fino all'apice dell'archetto (tratto 2-3 del disegno).




Ora lanciamo i fili che formeranno l'archetto. Andiamo prima a 1, poi a 5, passando da 3, quindi torniamo a 1 passando da 3.








Ora sul tratto 1-3 abbiamo tre fili, possiamo cominciare a ricoprirli a festone.
Arrivati a 4 lanciamo i fili per la base del triangolo T e lo lavoriamo come abbiamo fatto per gli altri.

Tornati a 4 dopo aver finito il triangolo, proseguiamo il punto festone fino a 3. Ora lanciamo l'ultimo filo sul tratto 3-5.



Questo tratto verrà rcoperto a festone lavorato da destra a sinistra.



Arrivati alla base del triangolo T1, lo dovremo lavorare come fatto in precedenza, naturalmente torneremo alla linea di base sul versante destro e non sinistro del triangolo.
Completiamo il festone fino a 3. A questo punto il più è fatto.

Ci resta solo da ricoprire a cordoncino l'ultimo tratto della diagonale, ricordando di lavorare l'ovalino.



Giunti al margine lanciamo ancora due fili sulla circonferenza, poi la ricopriamo a punto festone fitto, con due fili d'imbottitura (non sono indispensabili ma facilitano il lavoro.
Congiungiamo l'ultimo punto festone con il primo, e il nostreo quadrato è finito!

Ora lo stacchiamo dal cartone tagliando dal rovescio i punti d'appoggio che avevamo dato all'inizio, e togliamo con una pinzetta i residui di filo.







COSTRUZIONE DEL SEGNALIBRO

Naturalmente questo quadratino può essere impiegato in qualunque modo. Se si vuole attaccare a un tessuto, consiglierei di fare ancora un giro di punto chiaro intorno, seguito da una passata di sopraggitto.

Io fin dall'inizio lo volevo trasformare i segnalibro, quindi ho costruito il retro con due pezzi di feltro sottile della stessa dimensione, sovrapposti. Tra i due fogli, per renderli più rigidi, ho inserito un quadratinodi lastra radiografica (un po' più piccolo); naturalmente si può usare del plexiglass o della plastica rigida, come il coperchio delle vaschette per alimentari.

Ho assemblato questi tre strati con un punto asola rado regolare, in bianco:



poi ho cucito a sopraggitto due lati contigui (a "L") del merletto agli stessi due lati del quadratino.




Ecco il risultato finale:




Un segnalibro da utilizzare infilandolo sull'angolo esterno dell'ultima pagina letta.





8 commenti:

  1. Che bello!! Grazie Silvia per un'altro tutorial fatto molto bene. Sei meravigliosa!!

    RispondiElimina
  2. It is interesting to make a bookmark this way and the technique is amazing. Just wondering what kind of thread you used?
    Thank you for this tutorial. judy

    RispondiElimina
  3. Sottoscrivo in pieno quello che dicono Jeanine e Judy ... ottime spiegazioni. Prima o poi ci proverò.
    Un saluto e grazie
    Giovanna

    RispondiElimina
  4. Cara Silvia,
    I tuoi tutorial sono molto fantastici!
    E 'molto facile da capire!
    Grazie mille!!
    erba

    RispondiElimina
  5. marinella cossu26 giugno 2012 07:55

    grazie proffffffffffffff!!!

    appena posso vado avanti.

    brava, brava, sei tanto brava....
    mary

    RispondiElimina
  6. Jag är väldigt glad att jag hittade din blogg det här spets tekniken som du gör är väldigt intressant .Jag har aldrig provat göra Merletto spets....men jag ska prova ! Jag älskar spets oavsett teknik och beundrar kvinnor som kan spets särskilt sådana som jag inte kan! från idag blir din blogg en av minna favoriter!

    RispondiElimina
  7. questa sì che è una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  8. Obrigada pelas dicas, foi muito útil.
    abraços
    Elisabete

    RispondiElimina