sabato 24 settembre 2016

Viaggio in Inghilterra

Lo scorso mese sono stata in viaggio nel sud-ovest dell'Inghilterra: Sussex, Somerset, Cornovaglia e Galles. K'idea era di visitare la Cornovaglia, ma ci siamo un po' allargati.
Paesaggi meravigliosi, colori stupendi, inaspettati, visto il tempo magnifico. Si immaginano nebbie, pioggia, colori tenui e grigiastri, invece abbiamo avuto delle giornate bellissime, in certi momenti sembrava di essere in Costa Azzurra.
Non ci siamo fatti mancare passeggiate nella brughiera


e lungo le scogliere.



Abbiamo visto Stonehenge

e diverse cattedrali, maestose e solenni, ma molto rigorose nelle loro decorazioni.



Memore delle mie precedenti esperienze, non sono partita con l'idea di trovare qualcosa inerente il ricamo, l'arte tessile e men che meno il merletto ad ago, invece sono stata piacevolmente sorpresa.

Nella cattedrale di Exeter gli inginocchiatoi erano ricoperti di cuscini interamente ricamati a punto croce



ed era esposto un frontale d'altare italiano risalente al 16° secolo


Poco lontano dalla cattedrale c'è un Victoria and Albert Museum molto interessante, con una serie di manufatti risalenti alla Preistoria, e una sezione dedicata al merletto, con tanto di spiegazioni:


La scoperta più incredibile l'ho fatta nella cattedrale di Wells; in un punto piuttosto nascosto è esposto un pannello in merletto ad ago!








Il pannello sottostante, apparentemente scritto a mano, racconta la storia interessante di questo pezzo. Pensato come decorazione per una tovaglia d'altare, confezionato in filo di lino, è stato iniziato nel 1958 e finito nel 1960. Ha richiesto circa 8000 ore di lavoro. Eseguito da lady Mary Christine Town, su disegno del marito, sir Stuart Town, in memoria della loro figlia, deceduta quando vivevano in India. La cosa singolare è che il marito, una volta in pensione, cercando un hobby rilassante, aveva deciso di imparare a fare merletto a tombolo. Dopo alcune lezioni seguite alla Royal School of Needlework aveva studiato sui libri ed era diventato esperto in questa tecnica, contagiando anche la moglie con l'amore per il merletto. La signora però non voleva entrare in competizione con il marito, così, anziché fare merletto a tombolo, decise di imparare il merletto ad ago; non trovò nessuno che glielo potesse insegnare, così studiò sul libro di Thérèse de Dillmont. Visto il risultato, direi che riuscì piuttosto bene nell'intento.
Il pannello raffigura San Giovanni, con un libro in mano, San Paolo, che brandisce una spada, San Pietro che tiene le chiavi del Regno dei Morti e San Clemente, che indossa una tiara, infatti fu Vescovo di Roma nel Primo secolo. Purtroppo la qualità delle foto non è ottimale, non sono riuscita ad eliminare i riflessi del vetro.

2 commenti:

  1. Magnifique reportage avec des superbe broderies merci du partage
    bonne journée Marie-Claire

    RispondiElimina